Nautica - Aereomobili - GMDSS - Ministero dello sviluppo economico - Ispettorato territoriale Liguria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività


Rilascio delle patenti RTF e delle licenze d’esercizio per navi ed aerei.
Convalida certificati GMDSS.



010-2488561/562


Orario di sportello:
   
Martedì ore 10:30-13:30
Giovedì ore 9:00-12:00

Certificati limitati di operatore radiotelefonista per navi con e senza esami

Per l’espletamento del servizio radio a bordo di navi di qualsiasi tipo e munite di apparecchiature radiotelefoniche gli operatori devono essere muniti di un certificato limitato di radiotelefonista.

I certificati limitati di radiotelefonista per navi sono di due tipi: il primo valido per stazioni di bordo con potenza della portante non superiore ai 60 watt, installate su navi di stazza lorda inferiore alle 150 tonnellate, il secondo valido per ogni altro tipo di stazioni radiotelefoniche per navi di tonnellaggio non superiore alle 1.600 tonnellate.

ENTRAMBI I TITOLI NON SONO IDONEI PER UTILIZZARE APPARATI RICETRASMITTENTI VHF O MF/HF CON FUNZIONI DSC ATTIVATE.

Questo significa che è possibile utilizzare apparati sia VHF che MF/HF muniti di funzioni DSC (in genere tutti quelli prodotti dopo il 1999) purchè tali funzioni non siano "attivate", ossia non sia stato memorizzato il codice MMSI della nave. Per poter utilizzare gli stessi apparati con funzioni DSC attivate è necessario ottenere un Certificato generale o limitato di operatore G.M.D.S.S..

L'uso di E.P.I.R.B. o di A.I.S. è invece consentito anche con il solo Certificato limitato di operatore radiotelefonista per navi con e senza esami in quanto il loro impiego non richiede conoscenze sul GMDSS

Certificato limitato di radiotelefonista per navi senza esami.

Il certificato di cui trattasi viene rilasciato, senza alcun esame, su semplice presentazione di una domanda in carta legale o resa legale, presso l’Ispettorato di questo Ministero territorialmente competente, sulla base del luogo di residenza dell’interessato, corredata di due fotografie, formato tessera di cui una autenticata , di una attestazione di versamento di Euro 0,52 da effettuarsi sul C/C postale 11026010 intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo (causale: versamenti per canoni di concessioni radioelettriche ad uso privato - Certificato Limitato RTF) e di una marca da bollo del valore corrente.

Nella domanda l’interessato dovrà dichiarare, oltre ai propri dati anagrafici, il titolo di studio, la buona condotta, di possedere le conoscenze, pratiche e generali e le attitudini richieste dal Regolamento Internazionale delle Radiocomunicazioni, contenute nell’estratto facente parte del Decreto Ministeriale 10/8/65, pubblicato sulla G.U. n. 228 del 10/9/65 ed infine, di essere a conoscenza del fatto che nel caso di dichiarazioni non conformi al vero il certificato di radiotelefonista gli verrà ritirato.

Certificato limitato di radiotelefonista per navi con esami.

Questo certificato viene rilasciato a seguito di esame che si tiene avanti a Commissione costituita presso la Capitaneria di Porto e composta in base all’articolo 349 del T.U. approvato con D.P.R. 29.3.1973 n. 156.

La raccolta delle domande viene fatta dalla Capitaneria di Porto che rilascia ai candidati idonei un titolo provvisorio valido per non oltre tre mesi.

Nel frattempo la Capitaneria provvede all’invio all’Ispettorato Territoriale di questo Ministero della domanda documentata e dal verbale degli esami, documenti sulla base dei quali questo ufficio provvede al rilascio del titolo.

Certificato limitato VHF-RTF/DSC EPIRB o MF-RTF/DSC EPIRB per l'uso a bordo di pescherecci operanti entro 40 miglia dalla costa e nel mare Adriatico.

Il certificato VHF-RTF/DSC EPIRB abilita il possessore ad operare su pescherecci impegnati in area A1, ossia in zone coperte dal servizio in VHF, mentre il certificato  MF-RTF/DSC EPIRB abilita il possessore ad operare su pescherecci impegnati sia in area A1 che in area A2, ossia in zone non più coperte dal servizio in VHF ma solo dal servizio in MF.

Il candidato deve scegliere quale tipo di certificato desidera ottenere compilando l'apposito campo nella domanda di ammissione all'esame.

Il certificato viene rilasciato previo superamento di un esame costituito da un quiz composto da otto domande ciascuna con quattro risposte fra cui il candidato deve scegliere quella esatta.

Il certificato MF-RTF/DSC EPIRB consente di utilizzare anche impianti muniti del solo VHF-RTF/DSC e la prova di esame è solo leggermente diversa da quella per il solo VHF-RTF/DSC, in quanto contiene alcune domande relative alle frequenze e alle procedure per l'utilizzo dell'MF.

Le prove si svolgono unicamente presso la sede dell'Ispettorato.

Sono ammessi tre errori e non ci sono limiti di tempo per lo svolgimento della prova; la correzione della prova avviene immediatamente alla consegna.

Nel caso non sia possibile rilasciare il certificato nella stessa mattinata, ai candidati risultati idonei viene rilasciata, su richiesta, una copia conforme all'originale del verbale d'esame, in attesa del rilascio del certificato.


Certificato generale di radiotelefonista per navi mercantili e aeromobili civili.
Certificato generale e limitato di operatore G.M.D.S.S.


Presso gli Ispettorati territoriali del Mi.S.E. è possibile ottenere il riconoscimento in Italia di un Certificato generale o limitato di operatore GMDSS conseguito all'estero.


Il modulo di richiesta, contenente l'elenco dei documenti da allegare, è reperibile sia su questo sito che sull'apposita pagina del sito del Mi.S.E.

Per ottenere il Certificato italiano occorre invece sostenere un esame presso la competente Direzione a Roma; le domande di ammissione all'esame, complete degli allegati richiesti, devono essere inoltrate al Ministero dello sviluppo economico - Direzione Generale Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali – Divisione 2 ‐ Commissione Esame GMDSS – Viale America, 201 ‐ 00144 ROMA.


o rivolgendosi a:
Segreteria Commissione Esami GMDSS
Tel. 06 5444.2825/4035
e-mail: dgscerp.gmdss@mise.gov.it

Di seguito si riportano i link alla modulistica aggiornata riguardante l'ammissione agli esami per il conseguimento dei certificati che abilitano all'esercizio di stazioni di nave e di stazioni terrene di nave che utilizzano le frequenze e le tecniche del GMDSS:
Allo stesso indirizzo vanno inoltrate le domande di rinnovo dei certificati emessi dal Mi.S.E. soggetti a scadenza (G.O.C. e R.O.C.) o di un duplicato di un certificato smarrito utilizzando i seguenti moduli:

Domanda di PRIMO RINNOVO di certificato GMDSS

Domanda di ULTERIORI RINNOVI di certificato GMDSS

Domanda di DUPLICATO di certificato GMDSS  

Licenze di esercizio impianti radioelettrici su imbarcazioni e aeromobili civili.

Il servizio radioelettrico mobile marittimo è un servizio effettuato:

  • tra stazioni radioelettriche costiere e stazioni radioelettriche di nave
  • tra stazioni radioelettriche di nave, al quale possono partecipare le stazioni radioelettriche dei mezzi di salvataggio.

Per navi si intendono quelle definite dal codice della navigazione, escluse quella da guerra. Per tutti gli altri termini relativi al servizio radioelettrico mobile marittimo, si intendono valide le definizioni date dal regolamento internazionale delle radiocomunicazioni.

La licenza di esercizio radioelettrico (obbligatoria per convenzione internazionale per tutte le navi dotate di apparato radio, anche di tipo portatile) viene rilasciata dagli Ispettorati di questo Ministero in base alla competenza territoriale, tramite le Autorità Marittime su istanza della società concessionaria (attualmente FURUNO ITALIA S.r.l., SIRM S.p.A., Compagnia Generale TELEMAR o Generalmarine
S.r.l.) e con un periodo di validità corrispondente a quello del contratto stipulato fra la concessionaria e l’armatore.

Per quanto concerne la
navigazione da diporto, ossia quella sportiva e ricreativa, con esclusione del fine di lucro, gli obblighi in materia di sicurezza sono stabiliti con Decreto 29 luglio 2008, n. 146, "Regolamento di attuazione dell’articolo 65 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante il codice della nautica da diporto" di cui è disponibile un riepilogo.

Gli armatori, se intendono effettuare traffico di corrispondenza pubblica (ossia accedere alla rete pubblica di telecomunicazioni attraverso una stazione costiera o mediante apparato satellitare),
devono
stipulare un contratto con una delle quattro società concessionarie ; se invece intendono utilizzare gli apparati ricetrasmittenti solo ai fini della sicurezza della navigazione, devono richiedere la licenza agli ispettorati territoriali, direttamente nel caso di natanti o tramite l’Autorità Marittima nel caso di imbarcazioni immatricolate.

La domanda deve essere corredata da:

  • certificato di conformità dell'apparato indicato, redatto ai sensi delle norme di cui alla Direttiva 1999/5/CE;
  • notifica di immissione sul mercato.

Sul sito del Ministero è disponibile un motore di ricerca
sul quale verificare se l'apparato per il quale si intende chiedere la licenza è in regola con la notifica di immissione sul mercato Italiano per l'uso marittimo (campo "tipo di apparato" = "marittimo"). Questo consente di riportare con precisione marca e modello dell'apparato sulla domanda e facilitare il disbrigo della pratica.

Si raccomanda di porre attenzione a fornire tutti gli allegati richiesti nella domanda ed un recapito telefonico (o anche un indirizzo di posta elettronica) per consentire all'incaricato di rintracciare il richiedente per ottenere chiarimenti necessari al completamento della pratica.

Ogni stazione radiotelefonica o radiotelegrafica, installata a bordo di
aeromobili civili, immatricolati nel Registro Aeronautico Nazionale, deve essere munita di apposita licenza di esercizio. Tutte le richieste documentate per il rilascio o il rinnovo, devono essere inviate agli Ispettorati di questo Ministero territorialmente competente, secondo il luogo di residenza dei proprietari.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu